Lottando per rimanere incinta? Potresti non essere in ovulazione. Ecco cosa dovete sapere sull’anovulazione e sui trattamenti per aiutarvi a concepire.

Hai fatto la danza del bambino per mesi ma non hai ancora fatto un test di gravidanza positivo? Vi starete chiedendo se non state ovulando. Ecco cosa dovete sapere di questa condizione relativamente comune, chiamata anche anovulazione, che comprende le cause, i sintomi e i trattamenti.

Che cos’è l’anovulazione?

L’anovulazione è quando le ovaie non rilasciano un ovulo durante il ciclo mestruale. L’ovulazione avviene circa due settimane prima del ciclo mestruale.

Si può rimanere incinta se non si ovula?

Se non ovulate, non potete rimanere incinta durante quel ciclo. Fortunatamente, molti trattamenti possono far sì che il vostro corpo rilasci un ovulo maturo in modo da poter concepire.

Cosa provoca l’anovulazione?

Il tuo cervello dice al tuo corpo di secernere gli ormoni estrogeni e progesterone, che stimolano le ovaie a produrre un ovulo maturo ogni mese. Le donne che hanno l’anovulazione di solito hanno uno squilibrio in questi ormoni.

Tra le cause comuni dell’anovulazione vi sono alcune cause:

Sindrome dell’ovaio policistico (PCOS). La PCOS è la causa più comune di anovulazione. Il disturbo, che colpisce tra l’8 e il 10 per cento delle donne in età fertile, provoca uno squilibrio degli ormoni che regolano l’ovulazione.

Ipogonadismo ipogonadotropo (HA). In questa condizione, la ghiandola pituitaria non produce gli ormoni che stimolano l’ovulazione. Gli esami del sangue rivelano che i livelli dell’ormone follicolo stimolante (FSH) e dell’ormone luteinizzante (LH) sono molto bassi.

Insufficienza ovarica. Per le donne oltre i 40 anni, i livelli ormonali potrebbero essere irregolari, perché sono rimasti pochi ovuli da ovulare. Per le donne sotto i 40 anni, l’insufficienza ovarica precoce è quando le ovaie smettono di funzionare normalmente. Nel 90% dei casi di insufficienza ovarica precoce, la causa è sconosciuta. Tuttavia potrebbe essere collegata a un disturbo genetico (come la sindrome di Fragile X, una condizione molto rara che colpisce più maschi che femmine e che causa disabilità nell’apprendimento infantile e altri problemi di sviluppo, o la sindrome di Turner, un raro disturbo che colpisce le ragazze e che causa la loro bassa statura e la perdita precoce della funzione ovarica) o a malattie autoimmuni (come la malattia di Addison, un disturbo molto raro ma grave che colpisce le ghiandole surrenali e che fa sì che il corpo non produca abbastanza di due ormoni vitali).

A volte, l’anovulazione può essere dovuta a livelli di prolattina molto elevati (iperprolattinemia) o a gravi disfunzioni tiroidee (ipotiroidismo).

Altri fattori che possono contribuire all’anovulazione includono:

  • Una dieta povera
  • Non si fa abbastanza esercizio
  • Obesità

Sintomi di anovulazione

Le donne che non ovulano di solito hanno cicli irregolari, che possono includere periodi leggeri con pochissime emorragie o periodi pesanti con un flusso insolitamente intenso. Anche un ciclo breve (cioè ci sono meno di 21 giorni tra le mestruazioni) o un ciclo lungo (ci sono più di 35 giorni tra le mestruazioni) possono indicare problemi di ovulazione.

I sintomi della PCOS variano, ma possono includere un’emorragia tra un ciclo mestruale e l’altro, acne, aumento di peso e crescita anomala dei capelli. Durante un’ecografia, il vostro medico può notare cisti multiple sulle vostre ovaie, che appaiono quando il vostro corpo non rilascia un ovulo maturo.

Altri sintomi possono includere:

  • Ipogonadismo ipogonadotropico: bassa libido, diminuzione dell’energia, sbalzi d’umore, aumento di peso
  • Iperprolattinemia: mestruazioni irregolari o assenti, secchezza vaginale e secrezioni mammarie quando non si allatta
  • Ipotiroidismo: fatica estrema e aumento di peso
  • Insufficienza ovarica: sintomi simili alla menopausa, tra cui periodi mancanti, vampate di calore, sudorazione notturna, diminuzione del desiderio sessuale e irritabilità

In che modo l’anovulazione influisce sulle possibilità di rimanere incinta?

L’anovulazione può rendere difficoltosa la gravidanza; infatti, secondo le stime, rappresenta il 25-30 per cento dei casi di infertilità nelle donne. Anche se si ovula occasionalmente, le mestruazioni irregolari possono rendere difficile il rapporto sessuale.

La stragrande maggioranza delle donne con PCOS che assumono farmaci per l’ovulazione, tuttavia, concepiscono. Lo stesso vale quando si inizia a prendere farmaci per il trattamento di altre condizioni, tra cui l’ipogonadismo ipogonadotropo, l’iperprolattinemia e l’ipotiroidismo.

Se stai attraversando un’insufficienza ovarica, è possibile concepire spontaneamente – ma le probabilità sono basse, soprattutto se non hai avuto un ciclo da diversi mesi. Anche se i farmaci possono aumentare le probabilità di concepire stimolando l’ovulazione, non possono far crescere nuovi ovuli.

Fertilità e altri trattamenti se non si ovula

Molti trattamenti possono bilanciare gli ormoni necessari per avere periodi regolari.

Il citrato di clomifene o il letrozolo possono aiutare a regolare i livelli ormonali se si dispone di PCOS per aiutare l’ovulazione e la gravidanza. Questi farmaci possono massimizzare le vostre probabilità di rimanere incinta se vi avvicinate alla menopausa.

Alcuni farmaci abbassa la produzione di prolattina e diminuisce la dimensione del tumore se si ha l’iperprolattinemia, mentre altri farmaci possono regolare i livelli di ormoni tiroidei per trattare l’ipotiroidismo. E le pillole di estrogeni e progesterone o cerotti per la pelle possono trattare l’ipogonadismo ipogonadotropo.

Se avete un’insufficienza ovarica, la FIVET può aiutarvi a rimanere incinta. Ma poiché il numero di ovuli nel vostro corpo è fissato alla nascita, potrebbe essere necessario utilizzare ovuli da donatore.

Quando chiamare il medico

Se avete cicli irregolari o qualsiasi altro sintomo di anovulazione, programmate una visita con il vostro medico. Il trattamento di condizioni quali PCOS, ipotiroidismo e iperprolattinemia può aumentare notevolmente le probabilità di rimanere incinta.

Chiamate anche il vostro medico se avete meno di 35 anni e non avete concepito entro un anno di tentativi, o se avete più di 35 anni e non avete concepito dopo sei mesi. Potrebbe indirizzarti da uno specialista che può capire perché non rimani incinta e suggerirti i trattamenti che possono aiutarti.

Se pensate di avere un’anovulazione, non esitate a chiedere al vostro medico. Anche se l’anovulazione è una delle principali cause di infertilità, in molti casi il problema può essere trattato per aumentare le probabilità che tu possa concepire presto.