Il vostro bambino alla settimana 37
48 cm, 2,9 kg
3 settimane per andare

A colpo d’occhio

Prova generale
Se il vostro bambino nascesse questa settimana, sarebbe ancora a uno stadio iniziale, ma sarà a termine entro la settimana 39. Si sta esercitando per il suo grande ingresso inspirando ed espirando liquido amniotico, sbattendo le palpebre e girando da un lato all’altro.

Aspetta!
Il vostro bambino ha sviluppato una maggiore destrezza nelle dita. Ora può afferrare oggetti più piccoli, come un dito del piede o il naso.

Più pollice che succhia
È probabile che il vostro bambino si succhi molto il pollice in questi giorni in preparazione alle sessioni di allattamento dopo il parto.

Il bambino scalcia e si muove

A 37 settimane di gravidanza, i polmoni del vostro bambino sono probabilmente maturi – ma questo non significa che abbia ancora finito di crescere. Infatti, fino alla fine della 38a settimana, è tecnicamente considerato “a termine precoce”, ed è ancora confezionato con circa mezza oncia al giorno o mezza libbra alla settimana. A questa età, il feto pesa in media circa 6½ libbre – anche se i maschi sono probabilmente più pesanti alla nascita rispetto alle femmine.

E qui c’è un po’ di curiosità sui neonati per sostenere questa tesi: Le mamme che portano in grembo i maschi tendono a mangiare più di quelle che si aspettano le femmine – un presagio di razzie di frigoriferi adolescenziali in arrivo? In ogni caso, questo lo rende un po’ affollato nel tuo utero, quindi potrebbe non scalciare così tanto, anche se probabilmente si sta stiracchiando, rotolando un po’ e agitandosi – tutto ciò che potrai sentire!

Di quanti mesi è incinta di 37 settimane?

Se sei incinta di 37 settimane, sei al 9° mese di gravidanza. Mancano solo poche settimane! Avete ancora delle domande? Ecco qualche informazione in più su come le settimane, i mesi e i trimestri sono ripartiti in gravidanza.

Praticare per il parto

Allora, cosa tiene occupato il tuo piccolo mentre lo aspetta fino al giorno della consegna? Pratica, pratica, pratica, pratica.

In questo momento, la tua piccola superstar sta facendo le prove per il suo grande debutto, simulando la respirazione inalando ed espirando il liquido amniotico, succhiando il pollice, sbattendo le palpebre e ruotando da un lato all’altro. Un giorno senti il suo fondoschiena sul lato sinistro, quello dopo è capovolto a destra!

La testa del bambino è enorme!

Ecco un fatto interessante: alla nascita, la testa del vostro bambino – che, tra l’altro, sta ancora crescendo – avrà all’incirca la stessa circonferenza del suo petto.

E indovinate cosa sta facendo un’impressione abbastanza letterale di questi tempi su quelle spalle e quei fianchi? Il grasso – che provoca piccole fossette in quei graziosi gomiti, ginocchia e spalle, insieme a pieghe e pieghe nel collo e nei polsi.

Il tuo corpo alla settimana 37

Dilatazione e depurazione

Qualcuno indovina quando il vostro bambino deciderà di fare la sua apparizione: sarà socievolmente in anticipo, alla moda, in ritardo o puntuale? – Ma questo non impedisce al vostro medico di indovinare quando inizierà il travaglio.

Cosa sta cercando il vostro medico? Prima di tutto, la dilatazione o l’apertura della cervice. In particolare, la cervice deve aprirsi fino a 10 centimetri perché il bambino possa passare nel canale del parto.

Il vostro medico cerca anche la maturità cervicale, ovvero la consistenza della cervice. All’inizio è compatta come la punta del naso, poi si ammorbidisce alla stessa consistenza dell’interno della guancia prima del travaglio. In seguito controllerà se la cervice è stata cancellata o se è sottile; sarà cancellata al 100% prima di spingere il bambino verso l’esterno.

Verrà anche valutata la posizione della cervice, che si sposta da dietro a davanti all’avvicinarsi del travaglio. E infine, ma non meno importante, il vostro medico misurerà la posizione del bambino rispetto al bacino. Più il vostro bambino è in basso, più vi avvicinate al parto.

Anche se sembra tutto molto scientifico, in realtà non lo è. Questi processi possono avvenire gradualmente, nell’arco di settimane o anche di un mese o più in alcune donne – o da un giorno all’altro.

Quindi, anche se sono indizi del fatto che si sta effettivamente progredendo, sono ben lungi dall’essere sicure quando si tratta di individuare l’effettivo inizio del travaglio. Si può essere molto dilatata e non avere il bambino per settimane. Oppure la cervice può essere alta e chiusa durante un esame una mattina, solo per essere aperta e pronta per il lavoro – e il travaglio – entro mezzogiorno.

Massaggio perineale

Aspettando con ansia l’arrivo del grande giorno? Non state lì seduti, massaggiate il perineo!

Cosa dire? Fidatevi, c’è una buona ragione per questo consiglio. Il massaggio perineale può aiutare a distendere delicatamente il perineo, la zona di pelle tra la vagina e il retto, che a sua volta può ridurre al minimo il “pizzicore” che si verifica quando la testa del bambino si corona durante il parto. Può anche aiutarvi ad evitare un’episiotomia e una lacerazione.

Ecco come massaggiare il vostro modo di raggiungere un parto più sciolto – e più facile, se siete fortunate – se siete fortunate: Per prima cosa assicuratevi che le vostre mani (o quelle del vostro coniuge, se sarà lui ad occuparsene) siano pulite e che le unghie siano tagliate. Poi, lubrificate i pollici con gelatina K-Y o olio d’oliva – non olio minerale o vaselina – e metteteli all’interno della vagina. Premete verso il retto e fate scivolare i pollici sul fondo e sui lati del perineo, tirando delicatamente verso l’esterno e in avanti sulla parte inferiore della vagina con i pollici agganciati all’interno.

Questo aiuta a distendere la pelle nello stesso modo in cui la testa del vostro bambino durante il parto. Potete farlo ogni giorno fino a quando non è il momento di far nascere il vostro bambino, e potete anche continuare il buon lavoro – o farvi sostituire dal vostro medico – durante il travaglio stesso!

Settimana dei sintomi della gravidanza 37

Cambiamenti nell’attività fetale
Quando la testa del vostro bambino sarà impegnata nel bacino, avrà molto meno spazio per una torsione o una contorsione. L’importante è che ogni giorno si senta un po’ di movimento. Ricordate, però, che il vostro bambino si comporta come un neonato e ha degli intermezzi di sonno profondo, quando si muove a malapena.

Bruciori di stomaco o indigestione
Se il bruciore di stomaco sta peggiorando in questi giorni, provate a mangiare una manciata di mandorle. Altri rimedi casalinghi che possono allontanare il bruciore: un cucchiaio di miele nel latte caldo o della papaia secca.

Spettacolo sanguinoso
Una secrezione di muco rosa o marrone significa che i vasi sanguigni della cervice si rompono quando la cervice si dilata in preparazione al travaglio e al parto – non ci vorrà molto!

Vene varicose
Se le vene delle gambe si stanno agitando, provate a dormire sul lato sinistro, che è la posizione migliore per una circolazione ottimale. Provate anche ad alzare le gambe mettendo un cuscino sotto i piedi. Entrambe le posizioni mantengono il sangue in circolo.

Dolore pelvico
Se la testa del vostro bambino preme nel bacino, nei fianchi e nella vescica, sentirete più pressione con l’avanzare della settimana. Se vi sentite davvero a disagio, investite in un’imbragatura che sostenga il peso della vostra pancia e tolga pressione alla schiena e al bacino.

Crampi alle gambe
Se i crampi alle gambe vi fanno passare le notti insonni, provate a bere più liquidi durante il giorno e assicuratevi di mangiare abbastanza magnesio e calcio. E quelle mandorle che sgranocchiate per il bruciore di stomaco? Anche quelle ti torneranno utili.

Smagliature
Con le tette e la pancia così grandi come non lo sono mai state, probabilmente avrete già notato quei classici segni della maternità. Non preoccupatevi, sbiadiranno in linee argentate e si trasformeranno in un marchio di orgoglio (o almeno in maternità!) pochi mesi dopo il parto.

Cambiamenti del seno
La tua innie probabilmente è diventata un’outie settimane fa, ma potresti notare che anche i tuoi capezzoli stanno spuntando ora – tanto meglio per un neonato da attaccare quando allatta.

Gravidanza cervello
Ci sono così tante cose da tenere d’occhio ora che non c’è da meravigliarsi se si cammina nella nebbia. La telecamera è carica e carica? Avete un vestito da neonato lavato e pronto da portare in ospedale? Quante cene sono conservate nel freezer? Pubblica dei promemoria in giro per casa e sul tuo computer, così non dimenticherai nulla di importante.

Insonnia
Avete sentito che l’insonnia da gravidanza è il modo di Madre Natura per prepararvi alle notti insonni che vi attendono, ma cercate di stringere qualche occhio chiuso per avere abbastanza energia per il parto e oltre. Dormite ancora un po’, fate un pisolino quando tornate a casa dopo il lavoro o nei fine settimana e concedetevi una routine rilassante quando è ora di andare a letto.

Consigli per voi questa settimana

Finire la nursery del bambino

Meno del 5% dei bambini arriva alla data di scadenza, quindi non date per scontato di avere tre settimane per finire la vostra lista delle cose da fare. Ma non impazzire. Al vostro bambino non importerà se le sue pareti sono dipinte.

Un lento aumento di peso è normale

Non guadagnando la sterlina alla settimana che vi aspettate durante il terzo trimestre? Non fa niente. Molte donne non ingrassano affatto nell’ultimo mese.

Rimanete idratate

Ti senti gonfio? Non smettere di bere acqua. Bere gli otto bicchieri consigliati aiuterà effettivamente ad alleviare la vostra ritenzione idrica.

Prendete una palla da ginnastica

Cerchi un buon allenamento per la tarda gravidanza? Mettiti in palla! La palla da ginnastica è uno strumento sicuro ed efficace per rafforzare i muscoli del cuore durante la gravidanza. E guardando non troppo in avanti, può anche fornire un gradito rilassamento e sollievo fisico durante la gravidanza e il travaglio.

Scegliete una palla di alta qualità realizzata in materiale resistente allo scoppio e assicuratevi di gonfiarla alla misura giusta per la vostra altezza: 22 pollici (55 centimetri) per le donne più basse di 5-piedi-3, e 26 pollici (65 centimetri) per le donne più alte.

Rimanete sani di mente durante il riposo a letto

Ecco alcune cose che potete fare per salvare la vostra salute mentale se siete stati messi a letto: Mettete da parte un mini-frigo o un refrigeratore con molta acqua, frutta, yogurt, formaggio e panini. Assicuratevi che il telefono, le riviste, i libri e il telecomando della TV siano tutti a portata di mano.

Cercate di stabilire una routine – anche se il momento clou è un bagno in una vasca tiepida seguito da un pisolino o una mattinata sul divano seguita da un pomeriggio a letto.

Vi sentirete un po’ meglio se darete alla giornata una sorta di struttura. E va benissimo se la vostra routine prevede la visione multipla del vostro programma preferito.

Tenete gli occhi sul premio. Inquadrate una delle vostre foto ad ultrasuoni e sappiate che state semplicemente iniziando il processo di genitorialità un po’ prima della maggior parte delle altre, facendo ciò che è meglio per il vostro bambino anche se per voi è una difficoltà.

Ricordatevi che ogni giorno che rimanete a letto è un giorno in più che il vostro bambino rimane dentro di voi, dandogli la migliore possibilità di nascere sano e forte.

Fate un calco di pancia

I calchi del ventre risalgono a tempi antichi, quando venivano utilizzati per commemorare il miracolo della vita. Queste repliche in gesso fai da te sono facili e divertenti da realizzare. Basta sedersi mentre i prescelti applicano strisce di gesso bagnato sulla pancia (di solito si asciuga entro 15 minuti). Una volta che il calco è asciutto, decorate ed esponete come volete. (Il tavolo della sala da pranzo è troppo in vista?) Troverete molte risorse online; basta digitare “belly cast” in un motore di ricerca e scolpire via.

Esercitatevi a usare la vostra attrezzatura per bambini

Quindi avete il seggiolino auto, il passeggino, il pacco e il gioco e il resto dell’attrezzatura per bambini, ma tutto quello che vi serve ora è un bambino vero e proprio? Perché non esercitarsi ad usarlo prima che la vita cambi per sempre? Prendete una controfigura inconsapevole (e volenterosa) per il bambino – una bambola, un peluche o anche un animale domestico molto paziente (entro certi limiti!) – andrà bene.

Provate a legare la bambola al seggiolino, a portarla a spasso nel vostro hallyway, a tenerla in una mano e a piegare il passeggino nell’altra. Se vi sentite stupidi a usare un bambino finto, non usate tutto. Ma fate pratica. Vi sentirete più preparati quando sarà l’ora dello spettacolo!