I tre mesi successivi portano molti cambiamenti per il vostro feto in crescita e, molto probabilmente, un sollievo gradito dai sintomi precoci della gravidanza. Qui c’è di più su cosa aspettarsi.

Benvenuti al vostro secondo trimestre – per molte donne, il più confortevole di tutti e tre. Con l’arrivo di questa pietra miliare, sperimenterete alcuni gradevoli cambiamenti. La maggior parte dei sintomi precoci della gravidanza si attenuerà o addirittura scomparirà. Probabilmente vi sentirete meno nauseate (il che significa che il cibo potrebbe finalmente avere un buon odore e un buon sapore per la prima volta dopo molto tempo), i vostri livelli di energia dovrebbero aumentare, e il vostro seno sarà ancora più grande ma si sentirà molto meno tenero. La cosa più sorprendente di tutte: alla fine di questo trimestre, il rigonfiamento del vostro basso addome potrebbe assomigliare meno ai resti di un grosso pranzo e più agli inizi di una pancia gravida.

Quando inizia e quando finisce il secondo trimestre?

Il secondo trimestre inizia alla 14a settimana di gravidanza e dura fino alla fine della 27a settimana.

La crescita del bambino nel secondo trimestre

Il vostro bambino è molto, molto occupato nel secondo trimestre. Alla diciottesima settimana di gravidanza, pesa circa quanto un petto di pollo, e può anche sbadigliare e singhiozzare. Verso la 21a settimana dovreste essere in grado di sentire che le sue braccia e le sue gambe appena coordinate vi danno piccoli colpi e calci. Alla 23esima settimana circa, il vostro bambino prende spunto da voi e comincia a mettere su i chili; infatti, probabilmente raddoppierà il suo peso nelle prossime quattro settimane. Entro la fine del secondo trimestre, avrete un umano di due chili nella pancia!

Ancora un po’ di cose eccitanti in questo trimestre:

  • Capelli, pelle e unghie: Verso la sedicesima settimana, i primi piccoli peli del bambino iniziano a spuntare, e verso la ventiduesima settimana ha anche le ciglia e le sopracciglia. La pelle del bambino è ora ricoperta di lanugine (una “pelliccia” lanuginosa che lo tiene al caldo fino a quando non diventa più grassa nel terzo trimestre) e, alla 19esima settimana, di vernix caseosa (uno strato grasso di olio e cellule morte che proteggono la sua pelle dal liquido amniotico acido) – entrambi i quali si libereranno prima della nascita.
  • Apparato digestivo: L’apparato digerente del bambino si è completamente formato alla fine del primo trimestre. Così ora il bambino comincia a succhiare e deglutire in preparazione alla vita fuori dall’utero. Inoltre, può anche assaggiare i cibi che mangiate attraverso il vostro liquido amniotico – cosa che la ricerca ha dimostrato può influenzare le sue preferenze al di fuori del grembo materno (una ragione in più per mangiare una dieta sana in gravidanza piena di frutta e verdura fresca). Anche i sistemi di smaltimento dei rifiuti del bambino stanno lavorando sodo: Sebbene riceva ancora la sua nutrizione attraverso la placenta, tutto questo inghiottire significa che farà molta pipì.
  • I sensi: Le orecchie e gli occhi del bambino si stanno muovendo nella loro posizione corretta. Alla ventiduesima settimana di gravidanza, i suoi sensi in via di sviluppo significano che sta iniziando a sentire, vedere e sentire, e quei piccoli occhi cominciano ad aprirsi.
  • Il cuore: Entro 17 settimane, il cuore del bambino non batte più spontaneamente, poiché il suo cervello sta ora regolando il suo battito cardiaco – che dovrebbe essere in grado di sentire con uno stetoscopio entro la 20a settimana. Alla venticinquesima settimana cominciano a formarsi dei capillari che trasportano il sangue ossigenato attraverso il corpo.
  • Cervello: Oltre a controllare il battito cardiaco del vostro bambino e ad indurlo a scalciare, entro 26 settimane il cervello del vostro bambino comincerà a sbattere le palpebre.

Cambiamenti nel vostro corpo

Questo trimestre alcuni sintomi della gravidanza possono persistere (come bruciore di stomaco e costipazione). Allo stesso tempo, altri possono comparire per la prima volta quando la pancia continua a crescere e i livelli di ormoni della gravidanza aumentano, tra cui:

  • Congestioni con l’aumento del flusso sanguigno alle mucose del corpo (compreso il naso). Potreste anche ritrovarvi a russare per la prima volta! Fortunatamente ci sono alcuni farmaci da banco che sono sicuri da usare durante la gravidanza.
  • Un leggero gonfiore delle caviglie e dei piedi, che si manifesta in circa tre donne incinte su quattro, a partire dalla 22a settimana circa di gravidanza (anche se a volte anche prima) e che dura fino al parto. Per ridurre il gonfiore, cercate di mantenervi attivi, date un calcio ai piedi quando non vi muovete, evitate lunghi periodi in piedi o seduti e dormite su un fianco.
  • Gengive sensibili e anche un po’ di sanguinamento – ma assicuratevi di andare dal dentista se le gengive sono di un rosso vivo e sanguinano facilmente, perché potrebbe essere un segno di gengivite (che è relativamente innocua, ma può diventare un problema più grande se non trattata correttamente).
  • Crampi alle gambe, che di solito iniziano nel secondo trimestre e durano fino al terzo. Sono dovuti non solo agli ormoni e al peso, ma anche ad una possibile carenza di calcio o magnesio – quindi assicuratevi di continuare a seguire una dieta sana ed equilibrata per la gravidanza.
  • Vertigini causate da una pressione sanguigna più bassa dovuta in parte a tutto il sangue extra che il vostro corpo sta pompando. Prendetevela comoda, mangiate molti piccoli pasti e riempitevi di liquidi per ridurre i sintomi.
  • Dolore al basso addome – altrimenti noto come dolore ai legamenti rotondi – in quanto i legamenti che sostengono la pancia si allungano per sostenere le crescenti dimensioni della pancia.
  • Vene varicose e/o emorroidi (un tipo di vena varicosa) – che, fortunatamente, dovrebbero ridursi o andare via dopo la gravidanza se non le hai avute prima del concepimento.

Tutte queste cose sono perfettamente normali e temporanee, così come i sentimenti di apprensione, irritabilità, dimenticanza e persino la frustrazione di apparire positivamente paffuta ma non definitivamente incinta.

Ci possono essere dei grandi cambiamenti anche in camera da letto durante il secondo trimestre. La gravidanza può causare danni alla vostra vita sessuale, mentre voi e il vostro partner affrontate i cambiamenti del vostro corpo e i sintomi che uccidono l’umore, come la stanchezza e la nausea. Alcune signore (fortunate) si trovano più calde che mai, con il sangue che scorre in tutti i punti giusti. Alcune cose da tenere a mente: La comunicazione è la chiave per evitare il risentimento, quindi continuate a parlare attraverso i periodi di siccità. E ricordate: il sesso non farà male al feto né lo spaventerà emotivamente. (In effetti, probabilmente si divertirà un po’ a dondolarsi e a rotolare).

Aumento di peso

Questi prossimi mesi sono quando comincerai davvero ad aumentare il peso della gravidanza, dato che il tuo appetito probabilmente aumenterà (o appare, se soffrivi di nausea e perdita di appetito nel primo trimestre) per sostenere il tuo bambino in crescita. Se avete iniziato la gravidanza ad un peso normale, aspettatevi di guadagnare circa un chilo a settimana per un totale di circa 14 chili nel corso di questo trimestre.

Sintomi da controllare

Le probabilità sono che, una volta arrivati al secondo trimestre, la navigazione dovrebbe essere relativamente regolare per i prossimi tre mesi. Tuttavia, ci sono alcuni sintomi che richiedono sempre una chiamata al medico, tra cui forti emorragie vaginali, forti dolori addominali e febbre sopra i 101,5 F.

Tenete d’occhio anche i segni del diabete gestazionale (che di solito inizia intorno alla settimana dalla 24a alla 28a settimana di gravidanza), tra cui sete estrema, minzione frequente e copiosa, estrema stanchezza e russare. Parlate anche con il vostro medico se notate un improvviso aumento di peso, un grave gonfiore al viso e alle mani e cambiamenti nella vista, che possono essere segni di preeclampsia.

Secondo trimestre to-dos

Parole da vivere ormai: Mangiare bene, fare esercizio fisico regolarmente e riposare. Ecco i migliori to-dos per il secondo trimestre:

  • Preparatevi per il monitoraggio di routine: Ad ogni controllo di questo trimestre, il vostro medico controllerà il vostro peso, la dimensione del vostro utero, l’altezza del vostro fondo (parte superiore dell’utero) e il battito cardiaco del bambino per assicurarsi che tutto proceda come previsto.
  • Programmate un’ecografia di secondo livello: Di solito tra le 18 e le 22 settimane di gravidanza, il vostro medico misurerà il bambino, controllerà gli organi in via di sviluppo, determinerà la quantità di liquido amniotico e – se volete – vi darà un indizio sul sesso del vostro bambino. Tenete presente che mentre è eccitante dare una sbirciatina al vostro bambino in via di sviluppo, solo il vostro medico dovrebbe eseguire gli ultrasuoni, compresi gli ultrasuoni 3D e 4D (in altre parole, evitate le versioni memorabili del vostro centro commerciale locale).
  • Fate il vostro screening del glucosio: A circa una donna incinta su 10 viene diagnosticato il diabete gestazionale, motivo per cui l’American College of Obstetricians and Gynecologists (ACOG) raccomanda che tutte le donne siano sottoposte a screening per la condizione intorno alla 24° – 28° settimana di gravidanza. Se il risultato del test risulta positivo per il glucosio extra nelle urine, non sempre significa che si è affetti da diabete gestazionale – avrete bisogno di ulteriori test per una diagnosi. In tal caso, il vostro medico vi indirizzerà probabilmente a un nutrizionista che potrà aiutarvi a creare un programma dei pasti, e dovrete tenere regolarmente sotto controllo i vostri livelli di zucchero nel sangue.
  • Parlate con il vostro medico per lo screening genetico prenatale: Se non l’avete già fatto e se avete alcuni fattori di rischio, il vostro medico può suggerirvi uno screening genetico che includa la NIPT o uno screening quadruplo, entrambi sono esami del sangue che cercano fattori di rischio aumentati per anomalie cromosomiche o congenite (come la sindrome di Down o difetti del tubo neurale). Se uno di questi screening risultasse positivo, il medico può consigliare l’amniocentesi – dove il liquido amniotico viene estratto e analizzato per le anomalie genetiche – per ottenere una diagnosi più definitiva. Dipende da voi, in ultima analisi, se otterrete uno screening genetico, quindi è una buona idea imparare di più su ciò che possono dirvi, sui benefici del test e sulle domande da porre prima al vostro medico. E tenete presente che, sebbene tutto questo possa sembrare travolgente e anche un po’ spaventoso, la maggior parte dei bambini nasce sana.
  • Fatevi vaccinare: Se sei incinta nella stagione del raffreddore e dell’influenza, assicurati di fare il vaccino antinfluenzale e pianifica di fare il vaccino Tdap nel terzo trimestre per proteggere il bambino dalla pertosse quando nasce. Assicuratevi anche di evitare queste vaccinazioni durante la gravidanza.
  • Acquista abiti premaman: ora che il tuo pancione sta finalmente iniziando a farsi vedere, avrai bisogno di un guardaroba premaman da abbinare. Ecco alcuni capi essenziali che vorrete nel vostro armadio.
  • Dormire su un fianco: Mentre il sonno in gravidanza è di solito più facile da catturare nel secondo trimestre che nel primo o nel terzo, ora vorrai iniziare a dormire su un fianco, poiché il peso del tuo utero in crescita esercita una pressione sulla vena cava (la vena che porta il sangue dalle estremità inferiori fino al cuore), che può interferire con la circolazione.
  • Continuate a fare i vostri Kegel: Mantenete il vostro pavimento pelvico in forma per la nascita prendendo l’abitudine di fare i Kegel regolarmente – alla fine puntate a tre serie da 20 ogni giorno.
  • Decidete se scoprirete il sesso del vostro bambino: l’ecografia del secondo trimestre, circa la 20a settimana di gravidanza, può dirvelo – pensate quindi ai pro e ai contro di scoprire il sesso del vostro bambino prima della nascita.
  • Fate dell’allenamento prenatale una priorità: Considerati tutti i vantaggi dell’esercizio fisico per voi e per il vostro bambino, è una buona idea fare un allenamento adatto alla gravidanza (se non l’avete già fatto). Evitate le attività che non sono così sicure ora che la vostra pancia è più grande.
  • Aumentate il vostro apporto calorico: se eravate a un peso normale prima della gravidanza, avrete bisogno di circa 300-350 calorie in più durante il secondo trimestre (che è meno di quanto si possa pensare – solo circa due bicchieri di latte scremato e una ciotola di farina d’avena).
  • Tenete traccia dell’aumento di peso: Ora che dovreste aumentare costantemente di peso, il vostro medico vi raccomanderà probabilmente di tenerne traccia ogni settimana.
  • Prendere colpi d’urto: Anche se probabilmente vorrete aspettare fino al terzo trimestre per fare il vostro servizio fotografico “ufficiale” sul pancione, è un’idea intelligente programmarlo ora – e nel frattempo, prendete un sacco di autografi come souvenir del vostro pancione sempre più grande.
  • Pensate a fare una luna di bebè: Dal momento che la nausea del primo trimestre dovrebbe essere placata (e alcune compagnie aeree hanno messo delle restrizioni sui viaggi successivi alla gravidanza), questo è un buon momento per pianificare un ultimo urrà prima dell’arrivo del bambino.
  • Immaginate la vostra festa per il bebè: Anche se non sarai tu a pianificare la festa per il tuo bambino, puoi certamente far conoscere al tuo o ai tuoi ospiti qualsiasi richiesta a tema, cibo o arredamento che tu abbia. Se è la seconda o la terza volta, pensate di fare una doccia per il bambino.
  • Create un registro dei bambini: A questo proposito, dovrete anche creare un registro dei bambini per i vostri ospiti della doccia e per gli altri benintenzionati.
  • Continuate a considerare i nomi dei bambini: Avete ancora tempo, ma se non siete ancora riusciti a trovare un nome per il vostro bambino, è una buona idea continuare a valutare le vostre opzioni.
  • Controllate i corsi per il parto. Anche se probabilmente non inizierete a prenderne uno prima del terzo trimestre, iniziate a esaminare le opzioni per il vostro corso di parto e cercate di trovare un programma che offra il vostro metodo preferito vicino a voi.
  • Pensate a dove volete partorire: In ospedale? In un centro per il parto? A casa? Cominciate subito ad esaminare le vostre opzioni. Nel terzo trimestre vorrai fare un tour di un ospedale o di un centro per il parto, ma potresti programmarlo verso la fine del secondo trimestre.
  • Cominciate a cercare un servizio di assistenza all’infanzia: Se avete in programma di tornare al lavoro dopo il congedo di maternità, non è troppo presto per iniziare ad esaminare le opzioni di assistenza all’infanzia locali – che si tratti di un asilo nido, di una tata, di una babysitter o di un parente.
  • Non vedete l’ora che arrivi il terzo trimestre: Una volta superato il secondo trimestre, si passa al terzo – e poi all’arrivo del bambino prima che ve ne accorgiate!